Arriva un cucciolo

di Elena Bonazza - Presidente Del Chiaro di Luna Cinofilia Asd, Educatore cinofilo Apnec, Istruttore Retriever, Istruttore Huntering e Allevatrice Golden Retriever

Molte persone sono titubanti all'idea di prendere un cucciolo perché quello che si aspettano sono divani mangiati, tavoli rosicchiati, giardini pieni di buche e di piante distrutte, sporco per tutta la casa...beh, non necessariamente deve essere così!

Questi che seguono sono i consigli che solitamente do come educatore ma anche come allevatrice, per vivere al meglio l’arrivo del cucciolo e i primi mesi di convivenza.

 

 

SPAZIO

Create uno spazio limitato dove poter lasciare il cucciolo quando è incustodito (durante la notte o quando uscite di casa), così da mettere in sicurezza mobili, tappeti e ninnoli e il cucciolo stesso dai mille pericoli che sono a portata di bocca! Io suggerisco di utilizzare i recintini per cuccioli, che si possono sistemare in qualsiasi zona della casa e di metterli in una posizione centrale, non troppo isolata da dove vive il “branco”, ad esempio in soggiorno o in cucina. Nel recintino metterete la cuccia, i giochini, la ciotola dell’acqua e dei fogli di giornale (se ci è già abituato) o delle traversine su cui sporcare, almeno finché il piccolo non avrà imparato a fare i bisogni fuori. Il recintino dovrà rimanere aperto quando voi sarete in casa e potrete sorvegliare il cane e sempre lì potrete dargli da mangiare, in modo che quello diventi uno spazio “gradito”. Le prime volte che lo chiuderete è probabile che pianga o abbai ma se voi lo ignorerete, nel giro di pochi giorni smetterà. All’inizio sarà dura, ma ce la potete fare!

LA PAPPA

Il momento del pasto è sempre motivo di eccitazione per i cuccioli; solitamente cominciano a scalpitare appena sentono il rumore della prima crocchetta che cade nella ciotola... insegnate ai vostri cuccioli ad attendere per il pasto, non dateglielo se abbaiano o saltano per prenderlo: lasciate la ciotola su un ripiano alto e ignorateli; appena si metteranno tranquilli date loro da mangiare, magari chiedendo un seduto e aspettando qualche secondo prima di appoggiare la ciotola a terra. E' molto importante che il cucciolo impari a non elemosinare il vostro cibo, quindi fatelo partecipare al vostro pasto, ma non dategli niente dalla tavola! E’ una regola fondamentale per avere un cane educato che potrete portare ovunque, al ristorante o a casa di amici, senza temere problemi.

GUINZAGLIO E PASSEGGIATA

Abituate il vostro cucciolo al guinzaglio prima possibile perché la passeggiata sarà molto importante per lui, non solo per imparare a fare i bisogni fuori, ma anche per fare esperienze: sarà l'occasione per scoprire cosa c'è fuori dalla “tana “, per interagire con i suoi simili, per sentire i rumori e scoprire gli odori, per incontrare persone e tante altre cose stimolanti ma anche molto stancanti! Se il vostro cucciolo tirerà sulla via del ritorno e non avrà fatto una goccia di pipì per tutto il tempo che siete stati fuori, non preoccupatevi, è normale! Nel giro di poche settimane apprezzerà molto di più la passeggiata come momento dedicato a lui, e anche il piacere di fare pipì (o altro) su un bel prato verde! Meglio però fare tante uscite brevi, piuttosto che poche, lunghe e faticose, perché il cucciolo, almeno all’inizio, si stancherà molto facilmente. Abituatelo anche alla macchina percorrendo piccoli tragitti, possibilmente a digiuno, magari associando il giro in macchina alla passeggiata quotidiana.

I BISOGNI

Alcuni cuccioli imparano a sporcare fuori di casa velocemente e senza grossi problemi, altri hanno bisogno di più tempo, soprattutto se nei primi due mesi di vita non sono stati “educati alla pulizia”. Le traversine o i giornali all'inizio possono aiutare ma ben presto dovranno essere sostituiti dal giardino di casa o dal parchetto. Ogni volta che il cane sporcherà fuori dovrete lodarlo e premiarlo. Per chi possiede un giardino sarà più semplice: basterà aprire la porta e fare uscire il cucciolo, inizialmente anche ogni ora, per poi allungare i tempi in modo da abituarlo a trattenere. Approfittate di alcuni momenti, dopo i pasti, appena sveglio o durante il gioco, per fare le uscite. Per chi invece sarà costretto ad andare in strada, consiglio di fare sempre lo stesso percorso, magari avanti e indietro per un po' di volte, in modo che il cucciolo ritrovi gli odori della volta precedente. E' innaturale per un cane sporcare nello spazio in cui vive, quindi se le uscite saranno frequenti e costanti, vedrete che nel giro di poche settimane otterrete buoni risultati. Sgridarlo perché l'ha fatta in casa? Non servirà a niente se prima non gli avete insegnato a farla fuori!

CONSIDERAZIONE SOCIALE

E' importantissimo che il cucciolo senta di appartenere a un gruppo sociale: fatelo partecipare alla vita del branco e non isolatelo perché non avete tempo da dedicargli; il cucciolo deve imparare a stare da solo quando non siete in casa ma deve anche adattarsi ai vostri ritmi e alle vostre abitudini quando ci siete. Per fare in modo che questo avvenga in maniera naturale e spontanea dovrete prima di tutto aver soddisfatto le sue esigenze: gioco e movimento. Prendere un cucciolo (e un cane in generale) per lasciarlo solo in un giardino, lo considero, oltre che privo di senso, un vero e proprio “isolamento sociale”! Non dimenticate che il vostro piccolo animaletto avrà anche bisogno di giocare e di relazionarsi con i suoi simili: cercate di creare occasioni di incontro con altri cuccioli o anche con cani adulti disponibili a questo tipo di interazione.

L'arrivo di un cucciolo può stravolgere la vita, ma lo farà in positivo se cominciate già dal primo giorno a dare “buone abitudini”! Ponete delle regole e fatele rispettare fin da subito in modo coerente e costante. Lodatelo e gratificatelo tutte le volte che metterà in atto un comportamento corretto e adeguato alla situazione. I NO e le correzioni servono a poco, se prima non gli abbiamo insegnato la cosa giusta da fare. Dedicate al cucciolo il giusto tempo e cercate di soddisfare tutte le sue esigenze, così avrete in casa un cane sereno e tranquillo che crescerà in modo equilibrato.

Fatevi trasportare dal suo entusiasmo, dalla sua curiosità, dalla sua voglia di vivere con gioia e spensieratezza, e i primi mesi, anche se un po' impegnativi, saranno divertenti e stimolanti! Fatevi aiutare e consigliare da educatori cinofili competenti che vi daranno tutti gli strumenti per comunicare in modo corretto con il vostro cane e per creare con lui la giusta relazione.

Per tutti coloro che sono alle prese con un cucciolo o per chi ne è in attesa...

Buon divertimento!

Del Chiaro di Luna Cinofilia

fondata da Maurizio Dionigi, è un'associazione Sportivo Dilettantistica, aderente a Federcinofilia A.S.D. Cinofilia Italia e iscritta al registro del Coni, di cui fanno parte educatori e rieducatori cinofili esperti nel comportamento del cane, che grazie ad un lavoro di rete, sono in grado di rispondere alle esigenze di ogni persona desiderosa di migliorare il rapporto con il proprio cane o di problemi di gestione e/o comportamento.

Prossimi eventi

10 Giugno 2018:

Cani a mollo!

Giornata dedicata alla gestione del cane in acqua con Paolo Toso

"Piscina per Cani " Lupinoro, Bertinoro (FC)

Novità 2018

In partenza il 22 Settembre 2018:

Corso di Formazione per Educatori e Consulenti cinofili 2018/2019

Centro cinofilo Del Chiaro di Luna, Cesena (FC)